La cura di sè attraverso l’arte

donnaE’ in fase di avvio il progetto “In Pinacoteca mi prendo cura di me” finalizzato a stimolare la visita ai musei per agevolare il contatto con la bellezza e vivere momenti di riflessione che potranno portare benefici cambiamenti e si rivolge a donne che hanno subìto violenza e ad adolescenti. Il lavoro di counseling a mediazione artistica proposto con questo progetto prevede un’attività di competenza relazionale abbinata all’osservazione di alcune opere presenti nella Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli per favorire un’ esperienza positiva, fatta di bellezza e di armonia. Con l’aiuto delle opere, scelte come strumento per favorire consapevolezza e sviluppo delle risorse personali, la Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli propone ai partecipanti un momento di “cura di sé” speciale, anche tramite le percezioni e gli stimoli che lo stesso ambiente concorre a sentire ed apprezzare.

Le donne vittime di violenza

Si lavorerà sul tema del femminile, utilizzando i gessi di Canova, La Baigneuse blonde di Renoir, L’Hétaire di Picasso e le donne di Matisse. Un lavoro sui valori e le qualità del femminile, utilizzando gli spunti di ascolto che le opere ci invitano a cogliere. Un recupero della stima di sé e della dignità personale, della propria unicità e bellezza per potenziare il senso di fiducia e consapevolezza. Per chi fosse interessato a partecipare il contatto è: carla.manz@libero.it (3495517850) oppure eris.klinz@gmail.com (3400050487).

  • mercoledì, 16 Settembre 2015