Donna L’Ary è una giovane artista. I suoi quadri parlano di lei e dell’animo umano; la bellezza delle forme, dei colori e del bianco e nero ci permettono di entrare in contatto con l’angoscia del contenuto senza cadere nella disperazione.

Per lei l’espressione creativa è stato il primo movimento terapeutico messo in atto.

Quei disegni sono poi diventati immagini di un libro, assumendo quindi ulteriori valenze, quelle del racconto di un percorso che possa: parlare ad altre ragazze e altri ragazzi costretti a vivere i suoi stessi incubi, per dare speranza; parlare agli adulti che stanno loro vicini, perché aprano gli occhi; parlare agli psicoterapeuti e ai medici perché continuino a cercare percorsi di cura ecaci per le conseguenze di vissuti traumatici. Marina Pompei, psicologa e psicoterapeuta S.I.A.R. ci farà conoscere quest’opera, commentando questa straordinaria mostra di dipinti.

Sabato 18 marzo – Lungo dora 94 – ore 11:30 – 12:30

Iniziativa gratuita.